Bollettino di guerra

“Ma chi ha inventato la maturità? Voglio nome e cognome di quello stronzo!”
Claudia – dal film Notte Prima Degli Esami

Mercoledì 4 Luglio 2007: sarà il giorno del MIO supplizio…
Ebbene, mi sono accorto con vergogna di non aver parlato MAI dei miei esami di maturità… E cosa più di essi varrebbe la pena narrare in un blog di un adolescente? Forse solo il primo amore…
Il motivo per cui non ne ho mai parlato sono stati gli esami stessi: o non ero mai a casa perchè ero a scuola a ripassare con gli amici, o ero a casa e ancora una volta… studiavo.

Al momento in cui scrivo, ho già fatto le tre prove scritte: un tema di italiano che ho scritto, STRANAMENTE, più breve del solito nonostante avessi più tempo, e che mi ha portato un orgoglioso 15 punti su 15!!
Poi abbiamo avuto la terrificante seconda prova, che per noi di indirizzo Informatico è stata proprio dedicata all’informatica: C’è voluto più di un’ora solo per capire cosa diavolo volessero quelli che avevano scritto il problema da risolvere, con una decina di richieste alla commissaria esterna (UGH!) ma alla fine sono state sei ore di progetto ininterrotte… Ho compilato una cosa come 3 foglio protocollo pieni, per il progetto, ma alla fine ne è valsa la pena: 14 punti su 15.
Il vero pugno allo stomaco è arrivato, come profeticamente predetto dal mio prof di inglese, con la terza prova: tre ore per affrontare quattro verifiche di quattro materie diverse (calcolo e statistica, matematica, inglese ed elettronica). Non so come sia andata ogni una di esse, ma se devo dire la mia impressione credo di aver fatto perfetta solo inglese. Matematica era abbastanza semplice, varia negli argomenti affrontati, ma tutti esercizi fattibili: ho lasciato incompleto solo l’ultimo perchè altrimenti rischiavo di non avere tempo sufficiente per le altre due verifiche che mi rimanevano. Calcolo è stata la prima mazzata: ci aspettavamo tutti esercizi, poichè si diceva che il nostro esaminatore esterno trovasse troppo difficili gli argomenti da noi affrontati. E invece ci ha piazzato delle belle domande di teoria, noi che in classe abbiamo fatto sempre e solo esercizi…
Infine c’era elettronica: sapevamo cosa aspettarci, come argomenti, ma non siamo abituati al modo in cui l’esterno ci poneva le domande… E così non so quanti di noi abbiano fatto bene quella prova. Io certamente non ho brillato…
Insomma, risultato finale: 11 punti su 15… Una sufficienza piena, ma niente di più.

Tirando le conclusioni di questo “bollettino di guerra” sugli esami, ho totalizzato con gli scritti 40 punti su 45, un risultato che comunque resta tra i più alti della mia scuola. Con i 18 punti di credito da me maturati nei tre anni di triennio, ho già 58 punti prima di affrontare l’orale. E per passare gli esami me ne servono 60! Tirate un po’ le conclusioni anche voi… Mi basteranno solo 2 punti per passare, quindi quella ormai è fatta. Il problema sarà ora fare al meglio l’orale per avere il punteggio più alto possibile. Se all’orale prenderò la sufficienza, cioè 22 punti, avrò già raggiunto un punteggio di 80 su 100, che non è male… ma so che posso fare di più di una sufficenza. Spero solo che l’emozione non mi faccia brutti scherzi.

Domani non ci sarò per nessuno, se non per i miei (prima amati, ora quasi odiati) libri…
Finita la battaglia vi aggiornerò con le ultime news dal fronte di guerra… per ora, vista l’ora, buona notte a tutti!

Andrea.

PS: Per quel che può valere in forma di post scriptum, vorrei salutare alcune mie amiche… Marica, la mia grande amica d’infanzia che non dimenticherò mai per come mi è stata vicina negli anni; Sabrina, la “piccola stella senza cielo” per la quale provo tanto affetto. Vale, che mi ha incoraggiato a non mollare con il canto. Sba e Rosa, due amiche che in questo ultimo periodo hanno dimostrato di apprezzare tanto tanto me stesso e il mio modo di fare e di essere… E anche se ora non posso proseguire l’elenco avrei tante altre persone da ringraziare, anche maschi oltre alle ragazze, ma per un ringraziamento più completo dedicherò eventualmente un inserimento nel blog in futuro. Nel frattempo grazie a tutte quante.

2 Comments
  1. 07 Agosto 2007 – 15:17
    ciao… sn Rosa… ma sn io quella Rosa??? se si ti ringrazio… e ops perkè nn ho letto prima… se sn io… grazie davvero ciauz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *